Vuoi ricevere gli articoli di BlogScienze per Email?
Inserisci il tuo indirizzo:

Anche gli esperimenti più bizzarri hanno una loro logica

Pubblicato il 4 gennaio 2008 da Sergio

Sul quotidiano inglese “Independent” è recentemente apparso un articolo sugli esperimenti più strani dell’anno 2007. Saranno strani ma a qualcosa pur serviranno?!

forfora-globosa-indipendent-klieve-malassezia-queensland-universita.jpg

Il team di ricercatori del dott. Athol Klieve dell’Università di Queensland in Australia, ha studiato la flatulenza dei canguri con lo scopo di capire come mai non emettano metano, un gas più pericoloso per l’atmosfera del biossido di carbonio.
Le mucche, al contrario producono una tale quantità di metano tanto da esser responsabili in Australia del 14% di gas nocivi immessi nell’atmosfera.
Gli scienziati hanno scoperto che il canguro è ecologicamente irreprensibile grazie ad un batterio che ha in abbondanza nello stomaco. Il canguro pare un animale senza macchia, anche perché invece di metano produce acetato, una sostanza chimica che aiuta la digestione e che potrebbe migliorare lo sviluppo e la fecondità dei bovini.
La ragione di tanto studio sta nel fatto che secondo gli scienziati questa scoperta permetterebbe di avere del bestiame poco inquinante, magari aggiungendo il batterio nel cibo.
Un’altra illuminazione ha portato degli studiosi ad imbottire di antidepressivi dei vermi, che in genere muoiono dopo 3 settimane circa, per trovar l’elisir di lunga vita. Ebbene, si è scoperto che il “mianserin” la prolunga di circa il 30% . Ora non resta che vedere se ha gli stessi effetti sull’uomo.

gatti-genetica-buio-illuminazione-kong-il-keun-corea-dna-fluorescenza.jpg

La lista si allunga con la mappatura genetica della Malassezia globosa, il fungo responsabile della forfora non ha più segreti…adesso si avrà uno shampoo che funzioni realmente.
Che dire poi del gatto fluorescente che non ha eguali nel suo genere? Clonato in Corea del Sud, presso l’università Gyeongsang, il felino promette di non lasciar mai al buio il suo padrone.
Simon Usborne, autore dell’articolo, si chiede anche a cosa mai potranno servire esperimenti col Teflon per rendere la pelle delle rane meno appiccicosa o meglio ancora, quelli che portano alla creazione di muco artificiale. Ai dotti spetta risolvere l’enigma…

di G.V.

Condividi:
  • OKNotizie
  • Segnalo
  • Wikio IT
  • Digg
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Diggita
  • Fai.Info
  • StumbleUpon
  • TwitThis
  • Upnews
  • ZicZac

Tag: , , , , , ,



Articoli Correlati

Articoli Recenti

Inserisci per primo un commento a questo articolo.

Scrivi un commento

XHTML: Puoi usare questi tag XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong> <pre lang="" line="" escaped="">