Vuoi ricevere gli articoli di BlogScienze per Email?
Inserisci il tuo indirizzo:

Come natura insegna: la madreperla ispira la creazione di materiali superresistenti

Pubblicato il 24 febbraio 2008 da Sergio

Le conchiglie, cimeli colorati e oggetti di improvvisate esplorazioni sulla spiaggia da parte dei bambini più avventurosi, non fanno solo bella mostra tra le più raffinate ed enormi raccolte di affezionati collezionisti ma si prestano anche ad altro.

materiale-superresistente-madreperla-science-harvard.jpg

Ciò lo rivela un articolo pubblicato sulla rivista scientifica “Science”, che riporta uno studio effettuato da ricercatori dell’Università di Harvard (USA) e di un Istituto di Zurigo.

Essi hanno ideato un modo di sintetizzare un materiale con la stessa struttura di quello che compone l’interno delle conchiglie. La madreperla, ossia il sottile strato che ricopre l’interno delle conchiglie, ha una struttura ibrida, in cui si fondono sia componenti organiche che minerali.
Gli scienziati hanno sostituto l’aragonite, composta da carbonato di calcio, con l’ossido di alluminio. Ciò gli ha consentito di ottenere un materiale dotato del doppio della resistenza.

L’applicazione di questa scoperta si potrebbe rivelare molto utile in campi quali l’ingegneria civile, aeronautica e così via.

Sempre sulla scia di prendere come spunto la natura, s’inserisce un nuovo cerotto sviluppato dai ricercatori dell’Ospedale di Boston (USA), imitando le capacità del geco di restare incollato alle pareti.
E ancora, un ricercatore dell’Università di Torino ha teorizzato, prendendo come ispirazione il geco e il ragno, la possibilità di realizzare una ‘tuta dell’uomo ragno’ in grado di far camminare sulle pareti. Sempre in America invece, due ricercatori dell’Università della California Riverside stanno lavorando a tessuti che contengono le due proteine che danno alla tela della vedova nera la caratteristica resistenza.

A detta degli esperti, ci sono ancora molte caratteristiche del mondo animale che devono essere studiate e che potrebbero rivelarsi molto utili per la creazione di materiali capaci di resistere alle diverse condizioni ambientali.

di G.V.

Condividi:
  • OKNotizie
  • Segnalo
  • Wikio IT
  • Digg
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Diggita
  • Fai.Info
  • StumbleUpon
  • TwitThis
  • Upnews
  • ZicZac

Tag: , , , ,



Articoli Correlati

Articoli Recenti

Inserisci per primo un commento a questo articolo.

Scrivi un commento

XHTML: Puoi usare questi tag XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong> <pre lang="" line="" escaped="">