Vuoi ricevere gli articoli di BlogScienze per Email?
Inserisci il tuo indirizzo:

Cresce l’”allergia al cellulare” o meglio al nichel contenuto nelle sue parti metalliche

Pubblicato il 8 giugno 2009 da Giò

Sembrerebbe una beffa, ma cresce il numero degli italiani allergici al cellulare. Come denuncia la Società Italiana di Dermatologia medica, chirurgica, estetica e delle Malattie Sessualmente Trasmesse (Sidemast), si tratta di dermatiti allergiche causate dal nichel e dal cromo contenuti nelle parti metalliche dei telefonini che vengono a contatto con il viso e con l’orecchio.

cresce-lallergia-al-cellulare-o-meglio-al-nichel-contenuto-nelle-sue-parti-metalliche Cresce lallergia al cellulare o meglio al nichel contenuto nelle sue parti metalliche

I sintomi sono arrossamenti, prurito e vescichette nella zona dell’orecchio esterno e intorno all’orecchio stesso.

Manco a dirlo la fascia più colpita è quella dei giovanissimi, che raramente si vedono in giro senza cellulare alla mano.

Già l’Unione Europea ha regolato le quantità massime di questi metalli in oggetti, quali per esempio la bigiotteria, non esiste però una normativa che riguardi i telefoni cellulari.

Nel contempo, la cura per queste dermatiti allergiche da contatto, oltre che un morigerato uso del cellulare, è data da creme antistaminiche locali e pomate cortisoniche.

A chi già ha avuto una diagnosi di dermatite allergica da contatto, gli specialisti consigliano di comprare telefonini col rivestimenti esterno in plastica.

Chi invece non vuole proprio rinunciare al telefonino all’ultimo grido con delle evidenti parti metalliche potrà sempre rivestirlo con un involucro protettivo in plastica o in tessuto, per evitare il contatto diretto dei materiali allergenici con la pelle.
Chissà se in tal caso si resterà ugualmente alla moda?!

Foto tratta da: http://www.news.org.bd/?p=15020

Condividi:
  • OKNotizie
  • Segnalo
  • Wikio IT
  • Digg
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Diggita
  • Fai.Info
  • StumbleUpon
  • TwitThis
  • Upnews
  • ZicZac

Tag: , , , , , , , , , , , , , ,



Articoli Correlati

Articoli Recenti

Inserisci per primo un commento a questo articolo.

Scrivi un commento

XHTML: Puoi usare questi tag XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong> <pre lang="" line="" escaped="">