Vuoi ricevere gli articoli di BlogScienze per Email?
Inserisci il tuo indirizzo:

GLAST, partito il telescopio spaziale per studiare le sorgenti celesti dei raggi gamma

Pubblicato il 12 giugno 2008 da Giò

Dalla Air Force Station di Cape Canaveral è partito con un razzo delta, alle 18.06 (ora italiana) il telescopio spaziale Glast che studierà le sorgenti celesti di raggi gamma.

glastpartito-il-telescopio-spaziale-per-studiare-le-sorgenti-dei-raggi-gamma GLAST, partito il telescopio spaziale per studiare le sorgenti celesti dei raggi gamma

Glast (Gamma-ray Large Area Space Telescope) studierà le sorgenti celesti di raggi gamma e consentirà di ottenere informazioni dettagliate su buchi neri, stelle di neutroni, esplosioni di supernovae, lampi gamma, quasar, getti di particelle accelerate in prossimità di buchi neri e brillamenti solari.
Fornirà inoltre, una mappa accurata dell’emissione del gas della nostra galassia che, colpito dai raggi cosmici, è una intensa sorgente di radiazione gamma.

Il supertelescopio è dotato di due strumenti, quali il Large Area Telescope (LAT) per l’osservazione di grandi aree del cielo e la ricostruzione della distribuzione dell’energia emessa dalla sorgente e il Glast Burst Monitor (GBM) per la ricerca dei gamma – ray – burst, ovvero improvvisi e potenti lampi di fotoni di alta energia che appaiono circa una volta al giorno da posizioni qualsiasi del cielo.

Glast è stato realizzato dalla Nasa con un rilevante contributo dell’Agenzia Spaziale Italiana (Asi), l’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (Infn) e l’Istituto nazionale di Astrofisica (Inaf).
L’Italia, inoltre, ha ospitato la realizzazione del cuore dello strumento Lat, che è stato progettato e assemblato nei laboratori di Pisa dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare.

Condividi:
  • OKNotizie
  • Segnalo
  • Wikio IT
  • Digg
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Diggita
  • Fai.Info
  • StumbleUpon
  • TwitThis
  • Upnews
  • ZicZac

Tag: , , , , , , , , , , , ,



Articoli Correlati

Articoli Recenti

Inserisci per primo un commento a questo articolo.

Scrivi un commento

XHTML: Puoi usare questi tag XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong> <pre lang="" line="" escaped="">