Vuoi ricevere gli articoli di BlogScienze per Email?
Inserisci il tuo indirizzo:

Inbed: la fidanzata virtuale che tiene compagnia a letto

Pubblicato il 19 maggio 2008 da Giò

Nell’era della tecnologia in cui anche una seconda vita virtuale diventa possibile, c’è chi ha pensato di rendere così una donna o meglio una “fidanzata da letto“.
L’ideatore di questa “creatura” che si chiama Inbed (letteralmente “da letto“) è Brew Burrows, uno studente della Tisc, la scuola d’arte della New York University.

inbed-la-fidanzata-virtuale-che-tiene-compagnia-a-letto Inbed: la fidanzata virtuale che tiene compagnia a letto

La sera quando ci si mette a letto la ragazza si materializza sulla coperta grazie ad un proiettore fissato al soffitto e a un sensore a raggi infrarossi che “segnala” le posizioni di chi si sdraia così che, assecondandone i movimenti, si sposta per non “accavallarsi” con il “proprio” ragazzo.

La ragazza è programmata per tre movimenti: quando si supini , la donna virtuale appronta un abbraccio, quando ci si gira sul fianco, la ragazza si sistema alle spalle, se scatta il bacio invece Inbed affonda la testa nel cuscino, perchè molto timida.
Brew Burrows ha spiegato al New York Magazine: “Sono impegnato con la tesi e non potevo perdere il mio tempo dietro alle ragazze ma non amo sentire il letto vuoto la sera. Di qui la mia invenzione“.

Pare che Inbed, dopo aver raccolto critiche positive da molti media, stia riscuotendo molto successo tra i giovani d’Oltreoceano.
Poichè alla rinomata solitudine a letto dei single, lo studente americano vi ha posto adesso brillantemente rimedio, non resta che sperare che i più “tradizionalisti” rimangano fedeli alla vecchia maniera!

Condividi:
  • OKNotizie
  • Segnalo
  • Wikio IT
  • Digg
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Diggita
  • Fai.Info
  • StumbleUpon
  • TwitThis
  • Upnews
  • ZicZac

Tag: , , , , , ,



Articoli Correlati

Articoli Recenti

Inserisci per primo un commento a questo articolo.

Scrivi un commento

XHTML: Puoi usare questi tag XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong> <pre lang="" line="" escaped="">