Vuoi ricevere gli articoli di BlogScienze per Email?
Inserisci il tuo indirizzo:

La meningite: una malattia che fa paura

Pubblicato il 12 gennaio 2008 da Sergio

L’infezione, di origine batterica, virale o da funghi, delle meningi, membrane che rivestono il cervello e il midollo spinale, e del liquido che si trova tra esse, provoca la meningite, una patologia che ancora oggi fa paura perché colpisce bambini , giovani e anziani sia in forma acuta che cronica. La malattia può presentarsi anche come risposta a neoplasie e malattie autoimmuni.

meningite-allarme.jpg

Si conoscono diversi tipi di meningite:
La virale, asettica, che può non avere conseguenze gravi;

La batterica, causata da:
- meningococco c, che può essere letale in poche ore;
- pneumococco, associata a malattie respiratorie o dell’apparato acustico;
- Haemophilus influenzae, che ha origine dall’apparato respiratorio;
- listeria che è una forma rara che colpisce chi ha difese immunitarie insufficienti;

La micotica che colpisce soggetti già depressi per altre cause, quali tumori o malattie infiammatorie.

La meningite può insorgere con sintomi riconducibili ad un banale raffreddore, che però , in breve, peggiorano. Può anche evidenziarsi in modo improvviso con irrigidimento del collo, febbre alta, vomito, sonnolenza, inappetenza e convulsioni.

La meningite può condurre in poche ore alla morte, in rapporto all’agente che infetta, o causare danni neurologici, ai reni e alle ghiandole surrenali. Molto importante è la profilassi, per chi è venuto a contatto con persone contagiate, e la cura con antibiotici se l’infezione è di origine batterica.La vaccinazione, obbligatoria per i neonati, si avvale anche di vaccini contro ceppi di pneumococco e meningococco.

di D.T.

Condividi:
  • OKNotizie
  • Segnalo
  • Wikio IT
  • Digg
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Diggita
  • Fai.Info
  • StumbleUpon
  • TwitThis
  • Upnews
  • ZicZac

Tag: , ,



Articoli Correlati

Articoli Recenti

Inserisci per primo un commento a questo articolo.

Scrivi un commento

XHTML: Puoi usare questi tag XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong> <pre lang="" line="" escaped="">