Vuoi ricevere gli articoli di BlogScienze per Email?
Inserisci il tuo indirizzo:

Olio di cocco come carburante

Pubblicato il 2 novembre 2007 da Sergio

La ricerca di energie alternative, che abbiano un basso impatto ambientale, si è guadagnata un posto in prima pagina negli ultimi tempi, grazie agli appelli di Al Gore (ultimo Premio Nobel per la Pace) e alle ultime riunioni europee.

carburante-cocco-energia-caldaia-palma-olio.jpg

E’ in questo ambito che s’inserisce una notizia che viene direttamente dalla Polinesia francese: l’azienda di Huilderie de Tahiti userà l’olio di cocco (estratto dai frutti delle palme) per alimentare una caldaia.
Che i gas di scarico siano tra le cause maggiori d’inquinamento dell’aria è una storia arcinota e la speranza è quella di poter arrivare a creare dei generatori di corrente e automobili che usino l’olio di cocco come carburante. Questa soluzione sarebbe non inquinante e rinnovabile ma soprattutto economica considerando il fatto che un litro d’olio di cocco deriva da cinque noci e costa solo 60 centesimi. Un ulteriore vantaggio sarebbe che le automobili diesel non dovrebbero neanche subire delle modifiche tecniche.
L’unico neo sarebbe rappresentato invece dal fatto che solo i paesi tropicali potrebbero usare macchine che vanno ad “olio di cocco” perché funzionano solamente quando la temperatura esterna è superiore è 17 gradi.

di G.V.

Condividi:
  • OKNotizie
  • Segnalo
  • Wikio IT
  • Digg
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Diggita
  • Fai.Info
  • StumbleUpon
  • TwitThis
  • Upnews
  • ZicZac

Tag: , , , , , , , , ,



Articoli Correlati

Articoli Recenti

Inserisci per primo un commento a questo articolo.

Scrivi un commento

XHTML: Puoi usare questi tag XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong> <pre lang="" line="" escaped="">