Vuoi ricevere gli articoli di BlogScienze per Email?
Inserisci il tuo indirizzo:

Osteoporosi in aumento: la fragilità ossea costa cara al Servizio Sanitario Nazionale

Pubblicato il 23 marzo 2009 da Giò

L’osteoporosi logora le ossa ma anche il portafoglio dei servizi sanitari: in Europa solamente i costi totali diretti superano i 36 miliardi di euro all’anno e si preannunciano essere in continua crescita a causa dell’aumento dell’età media della popolazione nonché delle mancanza di prevenzione.

osteoporosi-in-aumento-la-fragilita-ossea-costa-cara-al-servizio-sanitario-nazionale Osteoporosi in aumento: la fragilità ossea costa cara al Servizio Sanitario Nazionale

Queste sono le osservazioni e i dati che emergono ad un incontro organizzato da Amgen, azienda biotecnologica, a margine del congresso europeo dedicato alla malattia e in corso ad Atene.

Nella sola Europa, circa il 30% di tutte le donne nel periodo che segue la menopausa soffre di osteoporosi e oltre il 40% potrà imbattersi in fratture nel corso della vita. Ma il problema non riguarda solo le donne perché tra 15 e il 30% degli uomini svilupperà almeno una frattura da fragilità ossea.

Quelle più insidiose sono le fratture all’anca: non solo richiedono un periodo di ospedalizzazione lungo ma incidono notevolmente sulle giornate di lavoro perse. Non da sottovalutare inoltre, sono le fratture vertebrali, l’80% delle quali, in Italia, non viene diagnosticato.

In questo quadro alquanto negativo si colloca però un farmaco biotech, un anticorpo monoclonale che colpisce in maniera specifica le osteoclasti (cellule che distruggono le ossa).
Finora il farmaco è stato testato con successo su oltre 10mila pazienti e si prevede che in Italia possa arrivare tra un paio di anni.

Condividi:
  • OKNotizie
  • Segnalo
  • Wikio IT
  • Digg
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Diggita
  • Fai.Info
  • StumbleUpon
  • TwitThis
  • Upnews
  • ZicZac

Tag: , , , , , , , , , , , ,



Articoli Correlati

Articoli Recenti

Inserisci per primo un commento a questo articolo.

Scrivi un commento

XHTML: Puoi usare questi tag XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong> <pre lang="" line="" escaped="">