Vuoi ricevere gli articoli di BlogScienze per Email?
Inserisci il tuo indirizzo:

Piante tossiche: quando il pericolo è sul balcone di casa

Pubblicato il 9 aprile 2010 da Giò

Crescono i casi di avvelenamento con piante insospettabili che crescono sui nostri balconi o nei nostri giardini scambiati erroneamente per radici, tuberi e fiori ornamentali.

Piante tossiche quando il pericolo è sul balcone di casa

Dalla grappa killer alla cicuta il mondo della natura gioca ai nostri occhi e ai nostri sensi brutti scherzi.
Nel 72% dei casi si tratta di incidenti, errori pericolosi con conseguenze talvolta letali.

I ‘luoghi del delitto’ sono per la maggior parte casalinghi, dalle terrazze ai giardini dove i bimbi giocano o vanno a curiosare.
Sono infatti, i bambini sotto i 10 anni, le vittime predilette, che cadono nella rete di comunissimi ciclamini, ranuncoli, rododendri, oleandri. Nella ‘lista nera’ rientrano anche il lauro ceraso, il glicine, il narciso, il mughetto e il gelsomino.

Tra le piante pericolose figurano anche quelle natalizie come la stella di Natale, il vischio, le bacche rosse di agrifoglio e pungitopo, che possono provocare dai semplici effetti irritativi (eritema, prurito e bruciore in caso di contatto) fino ai sintomi gastroenterici in caso di ingestione.

Condividi:
  • OKNotizie
  • Segnalo
  • Wikio IT
  • Digg
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Diggita
  • Fai.Info
  • StumbleUpon
  • TwitThis
  • Upnews
  • ZicZac

Tag: , , , , , , , , , , , , , ,



Articoli Correlati

Articoli Recenti

Inserisci per primo un commento a questo articolo.

Scrivi un commento

XHTML: Puoi usare questi tag XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong> <pre lang="" line="" escaped="">