Vuoi ricevere gli articoli di BlogScienze per Email?
Inserisci il tuo indirizzo:

Prosopagnosia o “cecità dei volti”

Pubblicato il 25 novembre 2008 da Sergio

mona_lisa Prosopagnosia o “cecità dei volti”

A causa di un deficit, spesso innato, i soggetti affetti da questo disturbo non riescono a riconoscere i volti delle persone, i luoghi e gli oggetti.

La patologia può insorgere anche a causa di un trauma cranico, ictus o altri disturbi della sfera neurovegetativa.

Anche se ancora sono poco chiare le basi del disturbo, Cibu Thomas e Marlene Behrmann della Carnegie Mellon University di Pittsburgh, hanno ipotizzato che la causa sarebbe da ricercarsi nella mancanza di una serie di circuiti neurali che servono ad integrare gli stimoli visivi necessari per comporre l’immagine.

I ricercatori hanno individuato le regioni del cervello e le vie che non funzionano. Essi hanno dichiarato che “Probabilmente creando dei ponti che bypassino l’interruzione di neurotrasmettitori si può pensare di risolvere questo disturbo”,

Condividi:
  • OKNotizie
  • Segnalo
  • Wikio IT
  • Digg
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Diggita
  • Fai.Info
  • StumbleUpon
  • TwitThis
  • Upnews
  • ZicZac

Tag: , , , , ,



Articoli Correlati

Articoli Recenti

Inserisci per primo un commento a questo articolo.

Scrivi un commento

XHTML: Puoi usare questi tag XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong> <pre lang="" line="" escaped="">