Vuoi ricevere gli articoli di BlogScienze per Email?
Inserisci il tuo indirizzo:

Quell’orticello che ti allunga la vita … fino a due anni!

Pubblicato il 17 marzo 2009 da Giò

Una modesta attività fisica come coltivare un orto o semplicemente fare giardinaggio allunga la vita: soprattutto le persone di mezza età trovano in questo un modo per mantenersi in forma.

quellorticello-che-ti-allunga-la-vita-fino-a-due-anni2 Quellorticello che ti allunga la vita ... fino a due anni!

E’ ciò che emerge da uno studio dell’Università di Uppsala in Svezia pubblicato sul British Medical Journal di marzo.

Il giardinaggio così come un’altra attività sportiva di modesta intensità consente di guadagnare circa un anno di vita mentre qualora l’intensità aumentasse e durasse almeno dieci anni si vivrebbe anche più di due anni.

Questo che fino a poco tempo fa era solo un hobby di pochi sta appassionando e coinvolgendo sempre più persone che, impegnate in piccole coltivazioni in giardini o balconi, ne traggono vantaggi in termini di risparmio a tavola, alimenti più genuini e anche in salute.

Secondo Coldiretti questo hobby è molto diffuso al Nord come in Veneto, Valle d’Aosta, e Friuli Venezia Giulia dove interessa oltre il 50 per cento della popolazione e meno nel Mezzogiorno dove si scende su valori inferiori al 25 per cento.

Cosa si presta alla coltivazione in vaso o per creare un orto in terrazzo?
Dai classici fiori al basilico, rosmarino, mentuccia, pomodori, zucchine e alla lattuga. Ma perché non cimentarsi anche con peperoni, cetrioli, melanzane, peperoncini piccanti, fagiolini e così via?!

Condividi:
  • OKNotizie
  • Segnalo
  • Wikio IT
  • Digg
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Diggita
  • Fai.Info
  • StumbleUpon
  • TwitThis
  • Upnews
  • ZicZac

Tag: , , , , , , ,



Articoli Correlati

Articoli Recenti

Inserisci per primo un commento a questo articolo.

Scrivi un commento

XHTML: Puoi usare questi tag XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong> <pre lang="" line="" escaped="">