Vuoi ricevere gli articoli di BlogScienze per Email?
Inserisci il tuo indirizzo:

Sindrome di Amsterdam: le coppie passano dal letto al video

Pubblicato il 12 aprile 2008 da Sergio

Dal rapporto 2008 sugli italiani a letto, presentato in occasione della conferenza stampa di presentazione del nono congresso della Federazione Europea di Sessuologia a Roma, emerge che 40 coppie su 100 non hanno più rapporti col partner e quindi dicono si ai giochi erotici per tener desto il desiderio.

sindrome-di-amsterdam-uomo-donna-amsterdam-chiara-congresso Sindrome di Amsterdam: le coppie passano dal letto al video

Il calo del desiderio è triplicato negli ultimi 10 anni, soprattutto tra gli uomini, mentre aumentano il numero donne che chiedono di ritornare vergini.

Così la tecnologia, meglio ancora Internet, diventa il rifugio o meglio il luogo virtuale dove scatenare fantasie e esibizionismi, come nel caso della ’Sindrome di Amsterdam’, la nuova moda segnalata dai sessuologi. Essa consiste nel gioco di mettere in vetrina le grazie della propria compagna, ripresa col telefonino mentre si fa l’amore e diffondendo poi, il video su YouTube.

Chiara Simonelli, sessuologa dell’università La Sapienza di Roma e vicepresidente della Federazione, spiega: “Tutti la possono vedere, anzi tutti la devono vedere, ma nessuno la può toccare”. Il fatto è che non sempre le donne sono consenzienti, anzi può capitare che il partner per vendicarsi mette in rete i filmati dell’ex compagna.

Gli esperti avvertono che, anche quando il rapporto prosegue, può nascere il «vizietto» di riprendere la compagna a sua insaputa, per farne il sogno erotico di migliaia di viaggiatori della rete.

di G.V.

Condividi:
  • OKNotizie
  • Segnalo
  • Wikio IT
  • Digg
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Diggita
  • Fai.Info
  • StumbleUpon
  • TwitThis
  • Upnews
  • ZicZac

Tag: , , , , , , , , , , , , , ,



Articoli Correlati

Articoli Recenti

Inserisci per primo un commento a questo articolo.

Scrivi un commento

XHTML: Puoi usare questi tag XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong> <pre lang="" line="" escaped="">