Vuoi ricevere gli articoli di BlogScienze per Email?
Inserisci il tuo indirizzo:

Staminali embrionali più sicure grazie ai geni “traghettatori”

Pubblicato il 4 marzo 2009 da Giò

Sulla rivista Nature sono stati pubblicati due studi, uno dell’Università di Edimburgo e l’altro dell’Università di Toronto, che hanno scoperto il modo di rendere più sicure le staminali non embrionali grazie all’inserimento di un insieme di quattro geni “traghettatori, chiamato il trasposone, rimosso una volta completato il processo di “programmazione”.

staminali-embrionali-piu-sicure-grazie-ai-geni-traghettatori Staminali embrionali più sicure grazie ai geni traghettatori

Nel Regno Unito la ricerca è stata condotta con successo da Ian Wilmut del Centro di medicina rigenerativa di Edimburgo, su un gruppo di topi, a cui sono state impiantate le staminali “riprogrammate” dalla sequenza genetica denominata “piggyBac”, che è stata rimossa successivamente.

Al medesimo risultato sono giunti i ricercatori dell’Università di Toronto, coordinati da Andras Nagy, il cui esperimento è stato fatto sia sulle cellule dei roditori sia su quelle umane.

Sebbene la sperimentazione umana appaia ancora molto lontana, i ricercatori concordano nel sostenere che la scoperta potrebbe costituire la base per il trattamento di molte patologie attualmente incurabili.

Condividi:
  • OKNotizie
  • Segnalo
  • Wikio IT
  • Digg
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Diggita
  • Fai.Info
  • StumbleUpon
  • TwitThis
  • Upnews
  • ZicZac

Tag: , , , , , , ,



Articoli Correlati

Articoli Recenti

Inserisci per primo un commento a questo articolo.

Scrivi un commento

XHTML: Puoi usare questi tag XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong> <pre lang="" line="" escaped="">