English Translator Lingua Originale

Perdix: dispositivo Gps per localizzazione personale che trasmette i dati via Gprs

Domenica 25 Novembre 2007

perdix-gps-gprs-donne-localizzazione-violenza-stupro.jpgIl 25 novembre in occasione della “Giornata internazionale contro la violenza sulle donne” organizzata dall’Onu verrà presentato Perdix, un nuovo sistema di localizzazione personale e tracciamento satellitare che nasce allo scopo di garantire maggior sicurezza a donne, bambini ed anziani, creato dalla OmniaEvo.
Questo servizio innovativo che è accessibile via Internet si avvale della tecnologia Gps e della trasmissione dati via Gprs per seguire gli spostamenti di una persona. Perdix è un vero e proprio cellulare semplificato che si compone di due elementi, il dispositivo di localizzazione Gps (Global Position System) e il portale web www.perdixperdix.it.
Come un normale telefonino, il nuovo apparecchio permette ricevere ed effettuare chiamate a tre numeri predefiniti. L’innovazione sta in un pulsante di emergenza tramite il quale è possibile inviare un sms contenente le proprie coordinate a parenti, forze dell’ordine o medici in modo che in caso si necessità possano agire per tempo.
Inserendo nome e password nell’apposito sito web è possibile poi, monitorare la posizione di Perdix: si visualizza una mappa costantemente aggiornata, che con un’approssimeazione di 4 metri circa localizza l’apparecchio.
Questo servizio sarà in funzione dal prossimo 6 dicembre: il dispositivo funziona tramite batteria e l’abbonamento al sito costerà circa 1,80 al giorno il primo anno.
Loredana Valentino, Amministratore delegato di OmniaEvo spiega che “Con Perdix ci rivolgiamo al mercato consumer e a quello business. Ma un’attenzione particolare la dedicheremo anche alla Pubblica amministrazione perchè riteniamo che, grazie alla nostra soluzione, possa offrire servizi innovativi e più efficienti a una fascia di popolazione debole che è difficile ed estremamente costoso raggiungere con gli strumenti tradizionali».

di G.V.

Pubblicato in Tecnologia | Nessun Commento »


Dimmi il capo che metti e ti dirò dove sei: dalla GB una giacca GPS

Sabato 27 Ottobre 2007

Privacy addio: se non si vorrà esser rintracciati in UK bisognerà lasciare a casa la giacca.
Anche stavolta l’Inghilterra è arrivata per prima: ha creato la prima giacca dotata di GPS che permette di localizzare una persona in qualsiasi parte del mondo con uno scarto di 4 metri. Ciò farà la gioia dei genitori apprensivi che vogliono sapere in quale posto si trovino i figli in qualsiasi momento della giornata.

giacca-gps-uk-gb-blade-runner-romford-essex.jpg

Il capo in questione, creato dalla ditta Blade Runner of Romford nell’Essex (specializzata in capi per la polizia e i servizi di sicurezza), costa 250 sterline (circa 350 Euro) ed è dotato di un sistema satellitare (che costa 15 Euro al mese) collegato ad un sito Web al quale si accede tramite una password e dal quale si possono controllare gli spostamenti della giacca.
Il sistema si aggiorna di continuo e comunica al computer le sue coordinate, che si possono visualizzare sulla mappa satellitare di Google Earth. L’aggiornamento in merito alla localizzazione della giacca non deve avvenire necessariamente tramite computer, ma attraverso una semplice impostazione si può deviare al cellulare, palmare o Blackberry.
I genitori meno apprensivi si possono avvalere dell’opzione secondo la quale si viene avvertiti solo nel caso il ragazzo superi un certo limite di spazio oppure non rispetti l’orario del rientro la sera.
Quanto alla giacca in sé, bisogna aggiungere che è dotata di una batteria ricaricabile (con un’autonomia di 15 ore) inserita nella tasca, alla quale si collega un pratico e moderno ipod. Aggiungendo soli 80 sterline (115 Euro circa) si potrà avere la giacca GPS con la fodera in Kevlar onde evitare il rischio che i ragazzi siano accoltellati da qualche testa calda!

di G.V.

Pubblicato in Tecnologia | Nessun Commento »


Chiudi
Invia e-mail