Italiano flagInglese flag
Hai un Sito o un Blog che tratta gli stessi argomenti di BlogScienze?
Pubblicizzalo!
Vuoi le News di BlogScienze nel tuo Sito? Clicka qui!
Aggiungi a Google

Diagnosi e chirurgia meno invasiva grazie ad “I-Snake”

Lunedì 31 Dicembre 2007

“I-Snake” non è un serpente qualunque e tanto meno un animale: è un “robot chirurgo” la cui forma tubolare richiama la figura del rettile.

isnake-chirurgia.jpg

Il sito della BBC riferisce che un gruppo di ricercatori dell’Imperial College di Londra sta lavorando a questo progetto grazie a un finanziamento di 2,1 milioni di sterline.
Questo strumento innovativo, che consiste in un lungo tubo flessibile, è dotato di un sistema di motori e sensori che gli permetteranno di effettuare diagnosi e trattamenti in maniera meno invasiva rispetto al passato.
I-Snake potrà essere utilizzato per effettuare bypass cardiaci ma anche diagnosi dell’apparato digerente.
Il nuovo apparecchio consentirà, non solo, di ricorrere il meno possibile al bisturi offrendo un’elevata capacità di precisione, ma anche, di ridurre i rischi dell’intervento, i tempi di degenza e convalescenza dei pazienti.
L’iniziativa ha incontrato il plauso generale tanto che lo strumento, sperimentato sinora solo sui topi, promette di rivoluzionare la chirurgia del futuro.
Il Ministro della Salute britannico, Lord Ara Darzi, uno dei membri del gruppo di ricerca, spiega: “Le facoltà visuali e sensorie senza precedenti dell’I-Snake, combinate con la sua capacità di accesso e sensibilità permetterà procedure diagnostiche e terapeutiche più complesse di quelle correnti”.

di G.V.

Popolarità: 18%

Pubblicato in Medicina, Tecnologia | Nessun Commento »


Scarafaggi coetanei dei dinosauri: apparvero 256 milioni di anni fa

Venerdì 28 Dicembre 2007

Uno studio, compiuto dal professore Alfried Vogler dell’Imperial College di Londra e pubblicato sulla rivista americana “Science” ha rivelato che gli scarafaggi sono più vecchi di quanto si pensasse.

scarafaggi-dinosauri-scienze-imperial-college-alfried-vogler.jpg

Finora si riteneva che gli scarafaggi fossero comparsi sulla Terra insieme ai fiori dai quali avrebbero ricevuto sostentamento.
Adesso si è scoperto che esistono da circa 300 milioni di anni, (cioè 70 milioni di anni prima del tirannosauro) molto prima dei fiori, che hanno invece incominciato a sbocciare nel periodo cretaceo, 140 milioni di anni fa.
La nuova datazione è pervenuta grazie agli entomologi dell’Imperial College e del Natural Hystory Museum di Londra, che hanno confrontato il Dna di 1880 specie di scarafaggi viventi con resti fossili che risalivano fino a 256 milioni di anni fa.
Il prof. Vogler spiega: «Il grande numero di specie di scarafaggi oggi esistente è probabilmente il risultato diretto di una evoluzione antica e del fatto che c’è stato un altissimo tasso di sopravvivenza e una continua diversificazione».
L’ipotesi che anticipa la data del loro arrivo sul nostro pianeta conferma infatti la grande capacità di sopravvivenza di questi insetti rispetto ai dinosauri, estinti 65 milioni di anni fa.
Ricordiamo che la proliferazione degli scarafaggi non ha avuto limiti poiché essi si sono sempre adattati in maniera straordinaria all’ambiente circostante tanto da popolare quasi tutte le regioni della Terra tranne i due poli.
Bisogna sottolineare che del milione circa di specie di scarafaggi esistenti se ne conoscono in maniera distinta solo 350.000.

di G.V.

Popolarità: 39%

Pubblicato in Natura | Nessun Commento »


Chiudi
Invia e-mail